Privacy Policy


Dott. Fabio Perrone - consulenza - assistenza - paghe e contributi - scritti difensivi - rateazioni - contratti
Partita IVA 01804470688

42°18'40.59N 14°04'00.66E



NEWS del 31/03/14


L'INPS riaccende i semafori del DURC interno

LA NUOVA GESTIONE DEL DURC INTERNO:

Con il messaggio 2889 del 27/02/2014, l’INPS fornisce le prime indicazioni sul nuovo sistema del DURC interno che sarà operativo a decorrere dal mese di aprile 2014.

La prima importante novità è che la richiesta del DURC interno non è più effettuata dal datore di lavoro attraverso la denuncia contributiva relativa al mese in cui sono richiesti i benefici contributivi bensì dall’Istituto in qualità di ente tenuto a riconoscere i benefici di legge subordinati alla regolarità contributiva. Infatti, l’art. 1, comma 1175, della Legge 27 dicembre 2006 n. 296 subordina i benefici normativi e contributivi, previsti dalla normativa in materia di lavoro e legislazione sociale, tra l’altro, al possesso, da parte dei datore di lavoro, del DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva).

A partire dal mese di aprile 2014 cambia quindi la gestione del DURC interno in quanto i sistemi centrali dell’INPS effettueranno una prima interrogazione degli archivi elettronici dell’Istituto per rilevare eventuali situazioni di irregolarità incompatibili con il godimento dei benefici che possono essere così sintetizzati:

  • DM10 non trasmesso per mancato invio del DM10 o dell’UNIEMENS;
  • F24 non presente per omesso versamento della contribuzione dovuta;
  • Importo minore del dovuto per versamento parziale della contribuzione dovuta;
  • Inadempienza aperta per omissione contributiva registrata nell’archivio recupero crediti dell’INPS;
  • Inadempienza iscritta a ruolo non notificata per omissione contributiva registrata nell’archivio recupero crediti dell’INPS, iscritta a ruolo/oggetto di avviso di addebito ma non ancora notificata;
  • Cartella non riscossa per omissione contributiva iscritta a ruolo/oggetto di avviso di addebito e notificata.

    Situazione di immediata regolarità :

    La predetta interrogazione potrà rilevare una situazione di immediata regolarità e pertanto accenderà un semaforo verde sul mese corrente, che assumerà il significato di DURC interno positivo, e anche sui successivi tre mesi con conseguente estensione della validità del DURC a quattro mesi come previsto dall’art. 31, comma 8 ter, del D.L. 21/06/2013 n. 69, convertito, con modificazioni, con Legge 9/08/2013 n. 98 (la validità quadrimestrale del DURC interno è in vigore dal mese di agosto 2013).

    Di conseguenza, il datore di lavoro potrà godere dei benefici che gli competono, esponendo i corrispettivi codici nelle denunce contributive, nel mese corrente e nei successivi tre mesi anche se nel frattempo non versa la contribuzione relativa a questi periodi.

    Situazione iniziale di irregolarità CON sanatoria nei termini assegnati :

    Se, invece, la predetta interrogazione dovesse rilevare una situazione iniziale di irregolarità, il sistema centrale accenderà un semaforo giallo, che assumerà il significato di allarme di preavviso di DURC interno negativo, sul mese corrente e invierà a mezzo PEC (Posta elettronica Certificata) al datore di lavoro e all’intermediario che lo rappresenta per gli adempimenti previdenziali un preavviso di DURC interno negativo recante:

  • l’indicazione delle irregolarità riscontrate;
  • l’invito a regolarizzarle entro 15 giorni;
  • l’avvertenza che, decorso inutilmente il termine indicato, verrà generato un DURC interno negativo.

    La regolarizzazione della situazione nel termine assegnato comporterà l’accensione del semaforo verde, in sostituzione del precedente semaforo giallo, che assume il significato di DURC interno positivo.

    Di conseguenza, il datore di lavoro potrà godere dei benefici che gli competono, esponendo i relativi codici nelle denunce contributive, per il mese in relazione al quale è attivato il semaforo verde e per i tre mesi successivi consecutivi anche se nel frattempo non versa la contribuzione relativa a questi periodi.

    Situazione iniziale di irregolarità SENZA sanatoria nei termini assegnati :

    Per converso, la mancata regolarizzazione della situazione nel termine assegnato di 15 giorni comporterà l’accensione del semaforo rosso in sostituzione del precedente semaforo giallo, che equivale a DURC interno negativo confermato.

    Di conseguenza, il datore di lavoro non potrà godere di benefici che altrimenti gli competerebbero per il solo mese considerato.

    L’eventuale regolarizzazione delle partite successivamente ai termini di diffida, con conseguente mutamento del colore del semaforo, non farebbe recuperare le agevolazioni pregresse che rimangono quindi definitivamente precluse ma consente il godimento dei benefici dal solo mese successivo regolare e per gli ulteriori tre mesi successivi consecutivi.

    Quanto finora descritto è il nuovo sistema del DURC INTERNO a regime.

    PRIMA APPLICAZIONE DEL NUOVO SISTEMA DI GESTIONE DEL DURC INTERNO:

    Il problema che si pone nell’immediato riguarda invece la prima applicazione del nuovo sistema del DURC interno in quanto, per effetto della reingegnerizzazione del sistema informatico, l’INPS da novembre 2012 non ha più notificato alle aziende alcuna nota di rettifica.
    Completato quindi il processo di manutenzione del sistema, la nuova gestione del DURC interno provvederà a confermare o definitivamente escludere i benefici pregressi relativi ai mesi per i quali era stata sospesa la spedizione delle note di rettifica ex art. 1, comma 1175, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296.

    La prima richiesta di DURC interno, che verrà effettuata direttamente dall’Istituto alla metà del mese di aprile 2014, avvierà le sequenze di operazioni precedentemente descritte.

    Situazione di immediata regolarità rilevata ad 04/2014 per il periodo da 01/2008 a 03/2014 :

    Nei confronti dei datori di lavoro che nel mese di aprile 2014 risulteranno regolari da gennaio 2008, il sistema centrale accenderà un semaforo verde sui mesi di aprile, maggio, giugno e luglio 2014 che assume il significato di DURC interno positivo per i benefici che competeranno per i suddetti mesi.

    Situazione di iniziale irregolarità rilevata ad 04/2014 per il periodo da 01/2008 a 03/2014 CON sanatoria nei termini assegnati :

    Nei confronti dei datori di lavoro che nel mese di aprile 2014 presentano situazioni di irregolarità accertate a partire da gennaio 2008 (data di entrata in vigore del DURC interno), il sistema centrale accenderà un semaforo giallo sul mese di aprile 2014 che assumerà il significato di allarme di preavviso di DURC interno negativo, e invierà a mezzo PEC (Posta elettronica Certificata) al datore di lavoro e all’intermediario che lo rappresenta per gli adempimenti previdenziali una comunicazione recante:

  • l’indicazione delle irregolarità riscontrate e ancora sussistenti da gennaio 2008;
  • l’invito a regolarizzarle entro 15 giorni;
  • l’avvertenza che, decorso inutilmente il termine indicato, verrà generato un DURC interno negativo. Se il datore di lavoro regolarizza la propria posizione nel termine assegnato, il sistema accenderà il semaforo verde sul mese di aprile, maggio, giugno e luglio 2014 e i semafori rossi presenti sui mesi precedenti verranno sostituiti con i semafori verdi: le eventuali note di rettifica con causale di addebito ex art. 1 … sono centralmente annullate se non vi ha provveduto la sede territoriale.

    Situazione di iniziale irregolarità rilevata ad 04/2014 per il periodo da 01/2008 a 03/2014 SENZA sanatoria nei termini assegnati :

    Se invece il datore di lavoro non regolarizza la propria posizione nel termine assegnato dal preavviso di DURC interno negativo per il mese di aprile 2014 con conseguente accensione del semaforo rosso sul mese di aprile 2014 e contestuale consolidamento dei semafori rossi sui mesi pregressi irregolari: le eventuali note di rettifica del vecchio tipo con addebito ex art. 1 … sono riconfigurate come note di rettifica del nuovo tipo.

    L’eventuale regolarizzazione delle partite successivamente ai termini di diffida, con conseguente mutamento del colore del semaforo, non consente l’annullamento delle note di rettifica relative ai mesi precedenti perché tardivo rispetto al termine assegnato con la PEC: i benefici recuperati con le note di rettifica sono definitivamente preclusi.

    Situazione di iniziale irregolarità rilevata ad 04/2014 per il periodo da 01/2008 a 03/2014 CON sanatoria nei termini assegnatI SOLO di alcune irregolarità :

    Se invece il datore di lavoro dovesse regolarizzare, nel termine assegnato dal preavviso di DURC interno negativo solo alcune delle irregolarità pregresse, il sistema centrale sostituirà i semafori verdi ai semafori rossi nei mesi sanati e anche nei successivi tre mesi se successivi ad agosto 2013 in quanto l’accensione del semaforo verde per il mese di agosto 2013 determina il semaforo verde fino a novembre 2013 poiché da agosto 2013 il DURC interno vale quattro mesi. Tuttavia il sistema convaliderà i restanti semafori rossi fino a marzo 2014 e accenderà il semaforo rosso su aprile 2014.

    Le eventuali note di rettifica del vecchio tipo relative ai mesi con semaforo riacceso sul verde sono centralmente annullate se già non vi ha provveduto la sede territoriale; le note di rettifica relative ai mesi con semafori rossi consolidati sono riconfigurate come note di rettifica del nuovo tipo.
    L’eventuale regolarizzazione del pregresso dopo i termini assegnati dal preavviso di DURC interno negativo inviato a mezzo PEC non consente l’annullamento delle note di rettifica confermate perché tardivo rispetto ai termini della diffida.

    EMISSIONE DELLE NOTE DI RETTIFICA CON LA NUOVA PROCEDURA DI GESTIONE CONTRIBUTIVA:

    L’arretrato accumulato dall’Istituto nella notifica delle note di rettifica che è stata sospesa da novembre 2012 per effetto della reingegnerizzazione del sistema, ha reso necessario prevedere un tempo congruo, durante il quale le sedi, i datori di lavoro e i loro eventuali intermediari si confrontino per risolvere le situazioni formali o sostanziali che hanno generato le suddette note di rettifica.

    Le note di rettifica arretrate saranno quindi spedite secondo il seguente calendario:

  • le note di rettifica relative alle denunce contributive con periodo di competenza fino a marzo 2013 saranno spedite il 15/05/2014;
  • le note di rettifica relative alle denunce contributive con periodo di competenza aprile-luglio 2013 saranno spedite il 16/06/2014;
  • le note di rettifica relative alle denunce contributive con periodo di competenza agosto 2013-maggio 2014 saranno spedite il 15/09/2014.

    In relazione alla data di spedizione indicata saranno calcolate le sanzioni connesse agli addebiti contributivi contenuti nelle note di rettifica.

    Con il nuovo sistema del DURC interno le note di rettifica con la causale addebito ex art. 1, comma 1175, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296 svolgeranno il solo compito di contestare al datore di lavoro che non spetta il beneficio eventualmente esposto nella denuncia contributiva, per il mese cui si riferiva il nuovo DURC interno negativo, pur non avendo sanato le irregolarità precedentemente segnalate con il preavviso di DURC interno negativo.
    Pertanto la nuova nota di rettifica ex art. 1, comma 1175, della legge n. 296 del 2006, che contesta la mancata spettanza dei benefici di legge non potrà più essere annullata anche se nel frattempo il datore abbia sanato l’originaria irregolarità.

    La nuova configurazione riguarda sia le note di rettifica relative alle denunce di competenza aprile 2014 sia le note di rettifica relative ai mesi precedenti.

    Nel pregresso sistema di gestione del DURC interno, le note di rettifica con la causale addebito ex art. 1, comma 1175, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296 svolgeva una duplice funzione: da un lato avvisava il datore di lavoro che sussistevano delle irregolarità incompatibili con il godimento dei benefici normativi e contributivi, previsti dalla normativa in materia di lavoro e legislazione sociale; dall’altro giustificava l’addebito contributivo che si sarebbe dovuto pagare per l’eventualità che le situazioni di irregolarità non venissero sanate.

    Nel nuovo sistema di gestione del DURC interno le note di rettifica con la suddetta causale cessano di svolgere la prima funzione (avvisare che sussistono delle irregolarità incompatibili con il godimento dei benefici), ora affidata al preavviso di DURC interno negativo inviato a mezzo PEC al datore di lavoro e a chi lo rappresenta per gli adempimenti previdenziali; mentre continuano a mantenere la seconda funzione di contestazione dell’addebito non più recuperabile.

    Fino al periodo di competenza marzo 2014 le situazioni d’irregolarità rilevanti per la non spettanza dei benefici sono solo quelle afferenti la stessa posizione contributiva (matricola area DM) nella quale i benefici vengono esposti. A partire dal mese di competenza aprile 2014, rileveranno tutte le situazioni d’irregolarità riferite a quel datore di lavoro (codice fiscale/P.Iva), anche se afferenti ad una posizione contributiva (matricola dell’area DM) diversa da quella in cui viene esposto il beneficio.

    INDICAZIONI OPERATIVE PER LE AZIENDE ASSISTITE:

    In considerazione di quanto precedentemente illustrato, le Aziende assistite sono invitate a comunicare tempestivamente il proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata e a controllare quotidianamente la propria PEC.


    Per iscriverti alla newsletter clicca qui.