Privacy Policy


Dott. Fabio Perrone - consulenza - assistenza - paghe e contributi - scritti difensivi - rateazioni - contratti
Partita IVA 01804470688

42°18'40.59N 14°04'00.66E



NEWS del 28/04/07


Cittadini comunitari: addio alla carta di soggiorno

Sulla G.U. n. 72 del 27 marzo 2007 è stato pubblicato il D.Lgs. 30/2007 che, a far data dall'11 aprile, ha eliminato la carta di soggiorno quale titolo abilitante al soggiorno in Italia dei cittadini dell'Unione Europea. Per un soggiorno superiore a tre mesi, il cittadino comunitario è tenuto a richiedere l'iscrizione anagrafica, presso il comune di dimora presentando la documentazione attestante: - l'attività lavorativa subordinata o autonoma (nel caso di comunitario lavoratore); - l'iscrizione presso una scuola pubblica o privata paritaria (nel caso di comunitario studente); - risorse economiche sufficienti al sostentamento proprio e dei propri familiari (es. buste paghe, estratti conti bancari, rendite); - la copertura sanitaria; Il Ministero del Lavoro con la circolare n. 19 del 6 aprile 2007 ha precisato al punto 8) che il cittadino dell'Unione, che alla data dell'11 aprile ha richiesto ma non ha ancora ottenuto il rilascio della carta di soggiorno, dovrà recarsi al Comune per chiedere l'iscrizione nell'anagrafe ai sensi del D.Lgs. 30/2007, non potendo la questura rilasciare la carta di soggiorno dopo tale data. E' necessario a tal fine che il cittadino comunitario autocertifichi al Comune l'esistenza delle condizioni per il soggiorno e che esibisca il cedolino rilasciato dalla questura (o la ricevuta dell'assicurata postale). Il Comune, previa verifica delle condizioni per l'iscrizione e previo accertamento della dimora, è tenuto a rilasciare una dichiarazione di iscrizione nell'anagrafe che contenga l'esplicito riferimento all'art. 9 del D.Lgs in questione.


Per iscriverti alla newsletter clicca qui.