Privacy Policy


Dott. Fabio Perrone - consulenza - assistenza - paghe e contributi - scritti difensivi - rateazioni - contratti
Partita IVA 01804470688

42°18'40.59N 14°04'00.66E



NEWS del 29/05/13


Liquidazione giudiziale dei compensi ai consulenti del lavoro

Sulla G.U. del 07/05/2013 n. 105 è stato pubblicato il D.M. 21/02/2013 n. 46 avente ad oggetto il Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale, dei compensi spettanti agli iscritti all’albo dei consulenti del lavoro ai sensi dell’art. 9, comma 2, primo periodo, del D.L. 24/01/2012 n.1, convertito con modificazioni, dalla L. 24/03/2012 n. 27.

I parametri generali per la liquidazione giudiziale dei compensi sono indicati nell’art. 4 del regolamento e precisamente:

a) valore e natura della pratica;
b) importanza, difficoltà, complessità della pratica;
c) condizioni d’urgenza per l’espletamento dell’incarico;
d) risultati e vantaggi, anche non economici, ottenuti dal cliente;
e) impegno profuso e pregio dell’opera prestata, anche in considerazione del tempo impiegato.

E’ bene precisare che i parametri indicati nel regolamento non devono essere confusi con le tariffe professionali, abrogate dal comma 1 del D.L. 24/01/2012 n. 1, convertito in L. 24/03/2012 n. 27. Infatti i predetti parametri servono solo ed esclusivamente all’organo giurisdizionale quale indicazione, non vincolante, per la liquidazione del compenso dei professionisti iscritti all’Albo dei Consulenti del Lavoro, in tutti i casi di difetto di accordo tra le parti in ordine allo stesso compenso e, sempre, in via analogica, nei casi non espressamente regolati dal D.M.
E’ interessante notare il riconoscimento del ruolo e delle competenze professionali dei Consulenti del Lavoro nella gestione degli adempimenti che l’amministrazione del personale comporta ad iniziare dall’attività di consulenza precontrattuale e di difesa preventiva (pareri, certificazioni dei contratti), di elaborazione dei preventivi di costo, per proseguire con la redazione della specifica contrattualistica, con l’elaborazione mensile dei prospetti paga, con la gestione degli eventi che possono verificarsi durante il rapporto di lavoro (a solo titolo esemplificativo, malattia, infortunio, maternità, note di rettifica INPS ecc.), con l’invio delle comunicazioni obbligatorie e con le dichiarazioni mensili ed annuali (a solo titolo esemplificativo, unilav di instaurazione, variazione, trasformazione proroga e cessazione rapporti di lavoro, vidimazione registro infortuni, apertura posizioni previdenziali e assistenziali INPS-INAIL, denunce di infortunio e malattie professionali, uniemens mensili, addebito pagamenti deleghe F24, cud annuali, 770 semplificato/ordinario annuale, autoliquidazione INAIL annuale, dichiarazioni periodiche ai fondi di previdenza complementare, prospetto annuale disabili), con la gestione dell’eventuale contenzioso con il personale dipendente (provvedimenti disciplinari, procedure di conciliazione e arbitrati, contenzioso sindacale) ma anche con gli enti e le istituzioni (redazione scritti difensivi e ricorsi amministrativi contro verbali ispettivi e ordinanze ingiunzione, audizioni, ricalcolo sanzioni), per finire con la gestione della risoluzione del rapporto di lavoro (licenziamenti per giustificato motivo oggetto e soggettivo individuali, licenziamenti disciplinari e collettivi, procedure di mobilità) e con l’eventuale gestione delle crisi aziendali (procedure di cassa integrazione, rateazioni dei debiti previdenziali e assistenziali in fase amministrativa e a ruolo nonché con le specifiche consulenze tecniche di parte.


Per iscriverti alla newsletter clicca qui.